Il-treno-dei-bambini

“Scatti Liberi”: a Castel Sant’Angelo torna la mostra fotografica sull’Africa

Mostra Fotografica "Scatti Liberi"

Dal 24 agosto al 1 settembre, torna “Scatti Liberi”, la prima mostra fotografica sull’Africa realizzata interamente dai bambini. I meravigliosi scatti realizzati in Kenya saranno esposti per tutta la settimana nei giardini di Castel Sant’Angelo, all’interno dello stand di Amref.

Le fotografie, realizzate da bambini provenienti dalle periferie di Nairobi, mostrano storie, vite e volti dell’Africa, attraverso lo sguardo dei ragazzi che la abitano. Sono decine di scatti sorprendenti, che raccontano in modo inedito il degrado, la povertà, ma anche attimi di felicità, speranza, opportunità.

Durante l’esposizione, sarà possibile acquistare una o più fotografie, contribuendo così ad offrire un futuro professionale e personale ai giovanissimi artisti.

UN’ALTERNATIVA CONCRETA ALLA VITA DI STRADA: IL PROGETTO “SCATTI LIBERI”

Il progetto “Scatti liberi: l’Africa negli occhi dei bambini”, fortemente voluto dal “Cortile dei Gentili” e realizzato grazie al supporto di Amref Health Africa – Italia, ha coinvolto nella primavera del 2018 bambini e adolescenti in situazioni di grave difficoltà, residenti nelle periferie di Nairobi (Kenya), in un percorso pedagogico e culturale, di formazione e integrazione. Nove ragazzi keniani di età compresa tra gli 8 e i 18 anni, sono stati inseriti in un corso propedeutico di fotografia e poi inviati come reporter a immortalare momenti, volti, ambienti della società in cui vivono. A guidare i ragazzi in questo percorso di formazione professionale e personale, Marco Pieroni, noto fotografo italiano da decenni impegnato sul fronte dei reportage in Paesi dell’Africa sub-sahariana.

L’intera iniziativa è nata con un duplice obiettivo: offrire ai ragazzi un’alternativa concreta alla vita di strada, attraverso un percorso di formazione professionale e personale e, al tempo stesso, sensibilizzare la società italiana sulle condizioni di vita in Africa, a partire da un racconto differente, senza filtri e pregiudizi. “Scatti liberi”, infatti, nasce dalla convinzione che la cultura e l’arte possano giocare ruoli fondamentali per far emergere aspetti sottaciuti e aiutare la comprensione dei fenomeni di mobilità umana, oltre che la conoscenza di popoli e Paesi solo apparentemente distanti da noi.

> Scopri il progetto!

> Adotta una foto!