Il-treno-dei-bambini

La Via della Bellezza

‘La Via della Bellezza’. Questo è il tema del primo concorso nazionale indetto dal Miur in collaborazione con il Cortile dei Gentili ed intitolato “Scienze umane, naturali e religiose in dialogo”. Nel corso del 2013, infatti, ‘Il Cortile dei Gentili’ ed il ‘Ministero dell’Istruzione’ hanno sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato a promuovere un programma triennale di attività volto a far maturare negli studenti la consapevolezza del valore culturale del dialogo tra credenti e non credenti, con particolare riferimento alla prevenzione e alla composizione delle contrapposizioni ideologiche, nella convinzione di valorizzare in tal modo il contributo che le diverse visioni del mondo (religiose e non religiose) hanno offerto, offrono e possono offrire ad una più condivisa partecipazione alla vita democratica.

A tale fine, nell’anno scolastico 2013-2014, è stato organizzato un primo ‘Cortile degli Studenti’ e, soprattutto, bandito un concorso sulla Bellezza quale luogo – personale o comunitario – in cui si rende possibile l’incontro tra differenti saperi e visioni del mondo. E poiché lo scopo del concorso voleva essere quello di sensibilizzare i giovani, tramite il coinvolgimento delle rispettive scuole, all’importanza civile ed educativa dell’esperienza del confronto, si è rivolto l’invito a partecipare ai docenti di tutte le discipline umanistiche e scientifiche, e agli studenti degli istituti di ogni ordine e grado. Questi ultimi, chiamati a cimentarsi intellettualmente e a elaborare creativamente contributi ispirati ai temi del Cortile dei Gentili, hanno risposto con una buona partecipazione, il che ha permesso che giungessero, dalle scuole primarie e secondarie di tutta Italia, racconti, poesie, tesine, saggi brevi, disegni, fotografie, filmati e composizioni musicali.

I lavori sono stati valutati da una commissione mista M.I.U.R-‘Cortile dei Gentili’ (S.Gawronski del ‘Cortile della Narrazione’, P.Martinez del ‘Cortile dei Bambini’, S.Ventura del ‘Cortile degli Studenti’), la quale ha dichiarato vincitori: 1) per la scuola primaria, la classe IV^ dell’I.C. ‘Riva Ligure’ di Riva Ligure (Imperia) con il libro ‘pop up’ “Storia di un gufo e della sua diversità che gli fece scoprire la bellezza”; 2) per la scuola secondaria di primo grado, le studentesse Alice Carraro e Codrina Coscodan della classe III^D dell’I.C. ‘Tito Livio’ di Bresseo (Padova), autrici della composizione “Parole”; 3) per la scuola secondaria di secondo grado, la studentessa Sabrina Sapienza della classe III^A del Liceo Scientifico ‘Don Bosco’ di Catania, creatrice del racconto “Con la testa fra le nuvole”. La commissione ha deciso poi di attribuire alcune menzioni speciali: 1) per la scuola primaria, all’opera ‘Diversità fonte di armonia’ dell’I.C. ‘Via Merope’ di Roma; 2) per la scuola secondaria di primo grado, agli studenti Gianmarco Paoletti, Gianmarco Ronconi e Valerio Sacchi della classe III^C dell’Istituto ‘Massimiliano Massimo’ di Roma, per il lavoro “L’albero della sapienza”; 3) per la scuola secondaria di secondo grado all’alunno Andrea Miccichè, maturando del Liceo classico ‘Pietro Mignosi’ di Caltanissetta ed autore della tesina dal titolo “Bellezza, trascendente chiamato per nome”, ed alla classe III^A del Liceo Linguistico ‘C. De Titta’ di Lanciano (Chieti), per il gioioso e coinvolgente video, tutto femminile, dal titolo “La bellezza”.

Arrivati a Roma il 29 sera ed accolti dal sottoscritto e da Patrizia Martinez, i ragazzi hanno vissuto la loro giornata di premiazione visitando la mattina successiva i Musei Vaticani ed in seguito, ancora estasiati dalla Cappella Sistina di Michelangelo, il Museo Nazionale delle Arti del XXI° secolo, dove hanno potuto apprezzare, tra le altre, le opere di Gaetano Pesce. Prima della consegna dei premi, gli studenti ed i loro professori sono stati intervistati in diretta da Antonella Palermo per il programma radiofonico ‘Al di là della notizia’. Ed ampio spazio all’evento è stato dato su Radio Vaticana anche grazie all’intervista che ho potuto rilasciare alla nota voce di Fabio Colagrande. Infine, nell’auditorium del MaXXI, i vincitori hanno ricevuto la targa ricordo direttamente dalle mani del cardinal Ravasi e del ministro Giannini, mentre il presidente del ‘Maxxi’ Giovanna Melandri ed il presidente della Fondazione ‘Cortile dei Gentili’ Giuliano Amato hanno consegnato le menzioni speciali. I ragazzi, entusiasti ma visibilmente emozionati, hanno brevemente raccontato senso e origine dei loro lavori. Commovente è stata la lettura di una breve lettera da parte della piccola Nicole, della scuola di ‘Via Merope’ di Roma, venuta a ritirare il premio guidando la sedia a rotelle del suo compagno di classe Riccardo. A dimostrazione di quanto sia vero ciò che scrive il poeta americano Walt Whitman, in una poesia citata dal compianto Robin Williams nel film ‘L’attimo fuggente’: “Che v’è di buono in tutto questo, o Vita? / Risposta. / Che tu sei qui. / Che esistono la vita e le persone. / Che il potente spettacolo continua e che tu puoi contribuirvi con un verso”.

Sì, che un nostro verso – il vostro verso! – possa contribuire allo spettacolo del mondo, è ciò che rende Bella la Via della Vita…

sergioventura@cortiledeigentili.com