Il-treno-dei-bambini

I GIOVANI

Non solo uno spazio d’incontro tra credenti e non credenti, ma anche un luogo di confronto e ascolto tra generazioni; nel “Cortile dei Gentili” ragazzi e bambini sono protagonisti, con le loro domande, i loro pensieri, le loro paure, le loro intuizioni.

Il “Cortile”, infatti, accoglie e coinvolge nelle sue attività anche i più giovani, per guidarli e stimolarli al confronto e al dialogo sui temi e le sfide che affrontano e dovranno affrontare.

Il “Cortile degli Studenti” e i progetti di Alternanza Scuola-Lavoro

Da studente a cittadino, imparando a coniugare cultura e conoscenze ed esperienze pratiche. Sono questi gli obiettivi del progetto “Cortile degli Studenti” – coordinato dal prof. Sergio Ventura – che ogni anno interessa centinaia di studenti dei licei superiori di Roma e d’Italia, coinvolti in specifici percorsi formativi e iniziative didattiche.

Dal 2017, inoltre, il “Cortile” ha ribadito e concretizzato il suo impegno nei confronti degli studenti, anche attivando diversi progetti di Alternanza Scuola-Lavoro (Legge n.107 del 13 luglio 2015, la cosiddetta Buona Scuola), pensati ad hoc per diversi istituti e licei romani; una didattica innovativa, quella proposta dal “Cortile dei Gentili” ai giovani, che – attraverso laboratori delle idee e laboratori creativi – promuove una logica di “scuola aperta” e attenta ai grandi temi della società moderna.

Il “Cortile dei Bambini” e il Treno dei Bambini

Il “Cortile dei Bambini” è l’iniziativa promossa dal “Cortile dei Gentili” dedicata ai più piccoli, per trasmettere e costruire insieme a loro i valori fondamentali di amicizia, solidarietà, bellezza e amore.

Nato nel 2012, il “Cortile dei Bambini” – con eventi e iniziative in tutta Italia e nel mondo – permettere ai bambini delle città e delle periferie più degradate di vivere momenti di amicizia e di pace al di fuori del loro contesto di vita, caratterizzato spesso da violenza e da ingiustizia.

Dal 2013, il “Cortile dei Gentili”, in collaborazione con Ferrovie dello Stato, organizza il “Treno dei Bambini”, un viaggio pedagogico e formativo, dalle periferie e dai quartieri più poveri fino alla Santa Sede; ogni anno, infatti, un treno Frecciaargento accoglie i bimbi cresciuti in forti realtà di povertà e disagio e li conduce fino in Vaticano, dove sono accolti da Papa Francesco.
L’iniziativa si configura non solo come un evento, ma come un percorso culturale ed educativo, che continua per tutto il corso dell’anno, con attività e momenti di incontro e formazione; inoltre, ha l’obiettivo di sensibilizzare la società e i media sulle condizioni di sofferenza ed emarginazione sociale nelle quali vivono numerosi bambini in Italia e nel mondo.